SHOP ONLINE

Con le mani nei capelli

09 10

Chi non si è trovato all’ultimo e abbandonato dal proprio parrucchiere? Ecco l’acconciatura salvavita

Qualche giorno fa sono stata a un matrimonio. Ero molto contenta, non solo per quelle due tortorelle che si sarebbero promesse amore eterno, ma anche perché avevo un ottimo motivo per comprarmi un vestito nuovo.
Combinare l’outfit è stato un calvario e quando finalmente ce l’ho fatta, pensavo di essere a posto. Invece sono arrivata al fatidico giorno, trafelata dalla settimana lavorativa, con le mie amiche che avevano già un appuntamento dal parrucchiere per coronare il tutto con un’acconciatura ad hoc, mentre io, essendomi presa all’ultimo, ho dovuto come al solito inventarmi qualcosa da me.
Questo articolo è dedicato a voi, che come me, amate arrangiarvi perché ‘di necessità virtù’.

Partiamo da una premessa fondamentale. Io detesto quelle acconciature cotonatissime e piene di boccoli che sembrano i cesti di frutta che Carmen Miranda si portava a spasso sulla testa. Io sono per la semplicità e mi rifaccio al motto salvavita: ‘MINIMO SFORZO, MASSIMO RENDIMENTO’. Quindi questa è la mia proposta per un’acconciatura che trovo non solo molto bella, ma anche declinabile in diverse occasioni e soprattutto facile. Si tratta di un semi raccolto che impreziosito con un fermaglio vezzoso diventa perfetto per una cerimonia, invece tenuto semplice, ma abbinato ad un make up smokey, diventa perfetto per una serata anche un po’ rock.

    Ingredienti:

  • I vostri capelli in primis e un paio di ciocche di extensions del vostro colore.
  • Un elastico sottile (meno si vede meglio è).
  • Svariate forcine (dipende dai vostri capelli e dalla vostra capacità di applicarle).
  • Pettine, una pinza e lacca.

Consigli per gli acquisti. Non sottovalutate la lacca. Anche se la usate poco, la volta che vi serve, evitate quelle che poi fanno l’effetto piastrone duro e appiccicoso. Io consiglio la lacca sculptural della ELIDOR, che non solo assicura un ottimo fissaggio per 24 ore, ma lucida anche i capelli, che in certe occasioni non è male.

Ora che abbiamo tutto, iniziamo.

lacca-sculptural-biondaRaccogliamo i capelli della corona frontale, sezionandoli coi pollici da sopra le orecchie. Raccogliamoli in modo che non ci diano noia, li useremo dopo. I capelli della nuca, e solo quelli, li raccogliamo invece in una coda. Lasciamo sciolti i capelli tra nuca e collo. Abbiamo i capelli così divisi:

A questo punto applicate le extensions. La ciocca va arrotolata tutto intorno al codino. Adesso raccogliete in una coda anche i capelli che avete lasciato completamente sciolti. Applicate la seconda ciocca di extensios che fisserete sopra la coda, ma senza arrotolarla intorno all’elastico. Deve rimanere e scendere morbida nascondendo la coda sottostante.

Ora liberate i capelli della corona frontale. Vanno tutti cotonati a piccole ciocche (tranne la frangia se l’avete, ovviamente). Cotonate e spruzzate la lacca ciocca a ciocca. Ecco fatto! Scherzavo!! Non rimarrete con la testa come la mitologica Medusa. MOLTO delicatamente, pettinate la parte superficiale delle ciocche cotonate all’indietro, in modo da uniformarle lasciandole gonfie. Coi capelli pettinati indietro, la coda è quasi scomparsa, giusto? Perfetto. Prendete le forcine e fissate solo i capelli laterali alla base della coda, lasciando liberi quelli sopra. L’effetto dovrebbe essere quello dell’immagine del post! Ce l’avete fatta?

Isabelle

Il sito www.lillapois.com utilizza cookies di profilazione, propri o di altri siti, per inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell’utente manifestate nella sua navigazione in rete.
Il sito www.lillapois.com informa che la prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookies.
Per maggiori informazioni sull’uso dei cookies e per darle in ogni momento la possibilità di negare il consenso all’invio dei cookies, clicchi qui per accedere all’ INFORMATIVA ESTESA .

OK INFORMATIVA ESTESA